- ° quarter

Gilde: accrescere e condividere le conoscenze

Ogni settimana dedichiamo parte del nostro tempo per lavorare all'interno delle Gilde. Le Gilde sono gruppi di persone cross team, che nascono con lo scopo di apprendere e condividere le conoscenze. Ogni quattro mesi si formano nuove Gilde sulla base degli argomenti proposti liberamente da ogni persona.
2022 2Quarter

i3eer

Questa gilda nasce per raggiungere due obiettivi: imparare a produrre la birra “home-made” e realizzare un’applicazione per il monitoraggio della fermentazione del mosto.

Durante i diversi incontri, i partecipanti hanno avuto modo di utilizzare un kit per la fabbricazione della birra e produrre una IPA finalizzando 24 bottiglie da 75cl. Nel mentre è stato realizzato un software con l’intenzione di aiutare l’utilizzatore finale, il mastro birraio: l’applicazione sviluppata permette infatti di creare e gestire delle ricette e di monitorare la temperatura del mosto nel momento in cui si decide di eseguire una cotta. Per lo sviluppo dell’applicazione sono state utilizzate diverse tecnologie: React.js per il frontend, Java Spring per il backend, un microcontrollore STM32 Nucleo64 con sensore di temperatura per la rilevazione della stessa in tempo reale e il protocollo MQTT per il trasferimento dei dati della temperatura al Cloud AWS.

In occasione del camp tenutosi il 3 ottobre, mentre veniva degustata la birra prodotta, è stata presentata l’esperienza vissuta in tutti i suoi aspetti: organizzativi e tecnici.

La VUElta buona

L’obiettivo della gilda è di apprendere nuove conoscenze (o rafforzarle, per chi già è pratico) sia sul framework per frontend Vue.js versione 3, sia sul linguaggio TypeScript.

I primi incontri sono stati dedicati alla partecipazione a un corso organizzato dal coach esterno Andrea Simone Costa, durante il quale sono stati trattati diversi argomenti:

  • l’utilizzo di Vue.js programmando in TypeScript;
  • la gestione di un progetto a componenti;
  • il concetto di routing;
  • la gestione dello stato dei componenti dell’applicazione con Pinia, uno store ad-hoc sviluppato per Vue.js.

Al termine del corso i partecipanti hanno organizzato diversi incontri di approfondimento e di pratica che hanno portato alla creazione di un’applicazione in Vue.js del gioco della Tombola, partendo da un progetto precedente sviluppato in React.

Pictionary

La gilda ha seguito un percorso di apprendimento e pratica di tecniche di visualizzazione, concentrandoci in particolare su modelli e strumenti proposti da bikablo ®.

L’obiettivo principale è stato d’imparare come essere efficaci nella visual facilitation e nello sketch noting, acquisendo competenze che ci permettano di realizzare poster e cartelloni d’impatto per diverse situazioni e cerimonie.

Il primo incontro è stato dedicato a un corso di una giornata con Francesca Martinuzzi, trainer bikablo, per l’apprendimento dei fondamenti da mettere subito in pratica con i primi poster: l’alfabeto del disegno, le icone, i personaggi, le cornici, le ombre, i colori, e molto altro. Dopo questa prima full immersion, il team ha proseguito il suo percorso continuando a esercitarsi producendo nuovi poster, avvalendosi per due incontri del prezioso contributi di Marta Ghislandi, che già aveva partecipato a una gilda simile in Agile Reloaded.

La gilda è stata sempre molto partecipata e ricca di momenti divertenti, con progressi inaspettati nel giro di pochi mesi. Per il camp del 3 ottobre è stata realizzata l’agenda e la board per l’unconference.

CKADiamo e ci crediamo!

Questa gilda, prosieguo della gilda “Se non stai attento…CKAD”, nasce per raggiungere il vero grande obiettivo: acquisire la certificazione CKAD, Certified Kubernetes Application Developer. Il programma di certificazione Kubernetes è curato da Cloud Native Computing Foundation (CNCF), in collaborazione con la Linux Foundation. Per ottenere la CKAD, come altre certificazioni Kubernetes (CKA, CKS) si deve sostenere un esame che differisce dagli altri in quanto è pratico al 100%. Al candidato infatti viene richiesto di risolvere un discreto numero esercizi in due ore di tempo, è molto importante quindi acquisire confidenza con la CLI di Kubernetes ed editor quali VIM.

Durante gli incontri il gruppo si è cimentato in una serie di esercizi e prove d’esame, sfruttando la piattaforma killer.sh, e ha sviluppato un’applicazione in stile killer.sh per:

  • fornire un set di esercizi più o meno sfidanti ai colleghi che in futuro vorranno provare a ottenere la CKAD;
  • testare le API di Kubernetes, eseguendo una verifica real-time degli esercizi svolti.

i3chart

La gilda nasce con l’obiettivo di approfondire gli strumenti di organizzazione e visualizzazione dati attraverso la guida di un corso online a tema “Data Visualisation” Una volta acquisite le basi teoriche i partecipanti si sono suddivisi in due gruppi per lavorare a due casi di studio:

  • Avvistamenti U.F.O. negli USA tra il 1905 e il 2014, mettendo in evidenza l’andamento degli avvistamenti in relazione a diversi parametri (ogni 100.000 abitanti, in base al livello d’istruzione, al mese, all’orario) e le differenti tendenze rispetto alla loro forma.
  • Classifica Top 5 dei cani più popolari in Canada, Nuova Zelanda, Giappone, Regno Unito e Cina. Per ogni cane è stato evidenziato anche il livello d’intelligenza e di cinque caratteristiche identificative: Abilità fisiche, Addestrabilità, Salute, Cordialità, Adattabilità.

Per entrambi i casi di studio sono state realizzare le infografiche sulla base di dataset recuperati online. Grazie al percorso svolto i partecipanti hanno acquisito maggiore conoscenza e consapevolezza nell’utilizzo, organizzazione e pulizia dei dati, creando grafici e visualizzazioni efficaci e corrette.

Electronics for Dummies

Scopo di questa gilda è apprendere i concetti fondamentali di elettronica ed elettrotecnica, conoscere i principali componenti di un circuito elettronico e capire come e con quali strumenti assemblarli.

Dopo una breve introduzione teorica dei componenti, il team ha individuato alcuni casi pratici in ordine progressivo di complessità con cui poi si sono cimentati, da kit didattici sino ad arrivare a progettare un circuito complesso con un software di simulazione.

I partecipanti della gilda hanno acquisito manualità con gli strumenti (stagnatore, multimetro, ecc.), hanno realizzato un prototipo funzionante in due differenti versioni e infine hanno organizzato un workshop per consentire alle persone di Intré di ripetere l’esperienza dell’assemblaggio.

La peculiarità di questa gilda è stata la possibilità di realizzare qualcosa di fisico, dell’hardware, ed è stata un’esperienza estremamente gratificate.

I3D

Come programmatori costruiamo modelli di sistemi che qualcun altro utilizzerà per raggiungere i suoi obiettivi. La sfida quotidiana è capire le diverse esigenze degli utilizzatori e i diversi contesti di utilizzo e costruire modelli che siano utili ed efficaci. Molte sono le pratiche, i pattern, le tecniche che Domain-Driven Design offre per modellare domini complessi.

La gilda nasce con lo scopo d’introdurre al vasto mondo del DDD e di realizzare un’applicazione C# .NET per applicare quanto imparato. A tale scopo il gruppo si è avvalso dell’aiuto di Alberto Acerbis.

Durante gli incontri il gruppo ha partecipato a una sessione di Event Storming per la modellazione del dominio, dopodiché si è sviluppata una prima versione di un monolite (con frontend in Blazor) che via via è stata scomposta in più parti: microservizi (backend) e microfrontend (frontend).

Rage Against The Machine

La gilda, che prosegue il lavoro iniziato da “Lego Skynet”, si pone l’obiettivo di migliorare sensibilmente l’hardware e il software del robot assemblato con il kit Lego Mindstorms ® 51515 che era capace di, con il supporto di un Raspberry Pi con modulo webcam in grado di scattare foto, muoversi verso una pallina.

Incontro dopo incontro, sono stati raggiunti i seguenti obiettivi.

  • Avere pieno controllo dell’hub Lego Mindstorms, tramite un protocollo di comunicazione Raspberry-Mindstorms dedicato, bidirezionale.
  • Migliorare la costruzione del robot.
  • Upgrade software, in modo da avere i servizi di A.I. on-board sul robot, anziché invocarli su AWS. A questo scopo è stato di grande aiuto Coral, un single board computer Google dotato di SoM (System on Module) removibile pensato per gli sviluppatori e destinato a soddisfare le crescenti richieste del mercato dell’Intelligenza Artificiale, nonché valido alleato per l’utilizzo della libreria per Machine Learning TensorFlow.

Al camp del 3 ottobre la gilda ha realizzato una piccola demo del nuovo robot e organizzato un talk per approfondire gli aspetti tecnologici del progetto.

2022 1Quarter

Lego Skynet

Nata dall’amore dei propositori della gilda per i famosi mattoncini danesi, unito al desiderio di esplorare quanto “in là” ci si potesse spingere con essi, questa gilda ha cercato di rompere ogni tipo di barriera tra il gioco e la ricerca ingegneristica.
Si sono esplorati i limiti del kit Lego Mindstorms ® 51515 così come proposto dalla casa madre, per poi ideare dei design originali per un automezzo cingolato totalmente inedito, in grado di muoversi in autonomia nello spazio, reagendo a fattori esterni.

Coadiuvati da un coach esterno per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale (usando il framework Detectron ereditato dalla precedente gilda AIPy), è stato montato a bordo della macchina un Raspberry Pi con modulo webcam in grado di scattare foto, inviarle a un server remoto, elaborare la risposta e, tramite calcoli trigonometrici, stabilire i comandi da mandare ai motori Lego per indirizzare il robot verso un bersaglio, ovvero una pallina.
Parallelamente, è stato studiato il framework Scratch (usato come base dal software ufficiale Lego) e sono stati realizzati due workshop per bambini di scuole elementari e medie, presso gli uffici di Seriate.

Gioco, reverse engineering, matematica, intelligenza artificiale e insegnamento ai bambini…cosa si può desiderare di più da una gilda?

Learn, Game, Deploy bullets

Questa gilda nasce per affrontare una sfida: dimostrare di saper imparare in contesti esterni a quello professionale a cui siamo abituati. I partecipanti infatti si sono messi alla prova con i più moderni videogiochi di tipo FPS (First-Person Shooter) in modalità multiplayer, ovvero collaborando in team e migliorando partita dopo partita.

Oltre a divertirsi, i membri di questa gilda hanno raggiunto due obiettivi molto importanti:

  • strutturare una strategia di apprendimento adatta al contesto, possibilmente misurando il miglioramento dei partecipanti;
  • creare un gruppo affiatato.

Come output i partecipanti hanno realizzato un video di qualità, potenzialmente una puntata del podcast aziendale.

Kata-pulta

Scrivere codice è un’attività alla portata di tutti, scriverlo bene è un altro paio di maniche. Come per ogni altra abilità, affinare il proprio livello richiede dedizione e pratica.
Da queste considerazioni nasce la gilda Kata-pulta che, come suggerisce il nome, si pone l’obiettivo di svolgere i “coding-Kata” ovvero esercizi di programmazione da ripetere per migliorare e automatizzare le skill tecniche ed essere più preparati per affrontare le sfide di tutti i giorni.
Durante gli incontri i partecipanti si sono messi alla prova sperimentando varie tecniche di programmazione e di lavoro in gruppo, cambiando spesso e volentieri linguaggio di programmazione.

Come output finale è stato inserito, nel repository aziendale, un esercizio in cui sono contenuti e spiegati tutti gli step per poterlo risolvere utilizzando l’approccio Test-Driven Development (TDD).

Unity per la forza

L’obiettivo di questa gilda è apprendere l’utilizzo di Unity, un motore grafico multipiattaforma usato in ogni ambito.
I primi incontri sono stati dedicati allo studio di Unity, con momenti di studio alternati a momenti di pratica. Successivamente, con l’aiuto di un coach esterno, i partecipanti hanno lavorato alla realizzazione di un progetto relativo a un semplice videogioco da presentare e fare provare alla gildonferenza del camp aziendale del 27 maggio.

Design eXperience Workshops

Questa gilda nasce con lo scopo di sviluppare le competenze necessarie per gestire workshop legati al mondo del Design Thinking e Service Design con clienti e colleghi.
Ogni partecipante ha preparato un workshop specifico e lo ha testato/presentato agli altri membri attraverso una sessione dedicata, in cui sono state messe in pratica e validate le conoscenze acquisite.
Alla fine di ogni sessione di workshop è stata condotta una retrospettiva con lo scopo di far emergere criticità/opportunità di miglioramento.

Come risultato finale è stata realizzata una presentazione del percorso fatto insieme e di quanto ogni partecipante abbia appreso attraverso questa esperienza.

Intré Podcast - È tempo di girare!

Questa gilda prosegue il lavoro iniziato con la gilda Intré Podcast, una gilda nata per comprendere come concepire e creare contenuti web in formato podcast.
Grazie al corso di video-editing e alle esperienze acquisite durante la prima edizione della gilda, i partecipanti hanno dedicato i primi incontri per fare un ripasso generale dei concetti e decidere quali episodi produrre dopodiché, appuntamento dopo appuntamento, sono passati all’azione. Per ogni puntata il lavoro ha previsto:

  • la scrittura della sceneggiatura utilizzando il servizio web Celtx,
  • le riprese delle varie scene sfruttando la sede di Seriate come set,
  • il montaggio e la post-produzione video e audio utilizzando software DaVinci Resolve.

Come risultato della gilda sono stati realizzati cinque episodi del podcast aziendale, due dei quali presentati al camp aziendale del 27 maggio.

ANSIAble

Perché non agevolare il lavoro dei nostri colleghi del reparto IT trovando un modo per automatizzare l’inizializzazione di una nuova macchina?
Come crearsi il proprio playbook personalizzato per il proprio computer di casa?
Con queste premesse nasce la gilda ANSIAble.

I partecipanti hanno dedicato i primi incontri allo studio di Ansible, un software open source che consente di automatizzare le procedure di configurazione e gestione sui sistemi Linux, MAC e Windows. Nel tempo restante sono state svolte diverse prove utilizzando alcune macchine virtuali messe a disposizione per sviluppare il progetto Ansible.

Come output è stato realizzato uno progetto per inizializzare una macchina, compatibile con Ubuntu, Mac e Windows. Questo progetto permette di configurare una lista di pacchetti da installare sulla macchina agevolando così il lavoro dei sistemisti.

Apple Digestwo

La gilda, seguito della gilda Apple Digest, ha condotto a nuovi risultati nella produzione di una workstation Linux che sostituisca i Mac nelle attività di tutti i giorni.
In questa tornata i partecipanti sono riusciti a ottenere un ambiente di automazione ufficio basata su Onlyoffice per desktop ed Evolution (mail).
È ormai certamente definita la selezione di programmi per l’ambiente di sviluppo, è stato perfezionato l’accesso remoto con Anydesk e Remote Desktop e migliorato la conoscenza dell’uso della criptografia dei dischi.
I risultati migliori sono stati ottenuti con l’uso di Ubuntu desktop, arrivato alla versione 22.04 che introduce una migliore integrazione con Microsoft Active Directory.

L’output di questa seconda iterazione della gilda è una demo per mezzo di un computer Dell su cui è installato Ubuntu 22.04 iscritto alla rete Intré e con la selezione di programmi definita finora.

2021 3Quarter

i DisFunzionali

La gilda nasce con l’intento di apprendere la teoria e soprattutto fare pratica con la Programmazione Funzionale al fine di poterla applicare a progetti reali.

A tale scopo è stato organizzato un workshop con un coach esterno, Matteo Baglini. Durante gli incontri si è imparato a utilizzare le teorie matematiche per costruire le giuste astrazioni, tra cui le famose Monadi, con varie sessioni di coding.

Dal momento che il workshop richiedeva la conoscenza base del linguaggio di programmazione Scala, gli incontri di gilda precedenti sono stati dedicati allo studio e alla pratica del linguaggio.

Come risultato è stato prodotto un articolo di approfondimento sulla Programmazione Funzionale.

Intré Podcast

Questa gilda nasce con l’obiettivo di imparare a concepire, strutturare e realizzare contenuti per il web, secondo il formato dei podcast.

I primi incontri di gilda sono stati dedicati a sessioni di studio sul podcast e un brainstorming per capire quali temi trattare, dopodiché si è passati all’azione: scrittura della sceneggiatura, recitazione, ripresa e montaggio di alcuni episodi utilizzando il software di editing audio-video DaVinci Resolve 17.

A circa metà percorso di gilda è stato organizzato un corso di editing audio-video curato dalla consulente esterna Lucia Corona che ha permesso al gruppo di migliorarsi da un punto di vista tecnico e metodologico.

Come risultato di questa prima iterazione sono stati mostrati, e resi disponibili a uso interno, tre podcast:

  • “Che cos’è una unconference”
  • “Chiacchierata con i nostri Agile Delivery Manager”
  • “Battaglia di Trivia”

AIPy

Come si può intuire dal nome, la gilda nasce con l’intento di acquisire competenze in materia di Intelligenza Artificiale.

Data la vastità dell’argomento trattato, l’obiettivo ha riguardato la realizzazione di un’applicazione che, sfruttando una rete neurale, riesca a descrivere il contenuto di un’immagine. Per raggiungere l’obiettivo è stato pianificato un percorso formativo avvalendosi dell’aiuto di Luca Grazioli, un tutor esterno.

Come risultato è stata sviluppata un’applicazione che, data in input un’immagine, produce un output vocale nel quale vengono elencati gil elementi che compongono l’immagine. L’applicazione permette di scegliere tra due librerie di Text-To-Speech (GAN-TTS e Detectron2) per la generazione dell’audio, e fa uso di algoritmi di Intelligenza Artificiale addestrati durante gli incontri di gilda.

i3Portal

Questa gilda prosegue e completa il lavoro di sviluppo di i3 Portal, il portale web a uso interno per rendere più snella l’attività di rendicontazione della nota spese.

Grazie a questa applicazione ogni utente può compilare, attraverso pochi e semplici passi, tutti i documenti necessari da presentare a fine mese, non dovendosi più occupare della generazione dei file che ora vengono prodotti e inviati una volta chiuso il mese.

Le tecnologie utilizzate sono React e Python, oltre che Django REST Framework, PostgreSQL per il backend e Gitlab CI/CD.

Se non stai attento...CKAD

CKAD è l’acronimo di “Certified Kubernetes Application Developer”, la certificazione Kubernetes (abbreviato in k8s) dalla quale prende simpaticamente il nome la gilda.

Data la vastità dell’argomento i primi incontri sono stati dedicati a un corso online introduttivo sulle nozioni fondamentali di k8s, configurazione dei file yaml e deploy di cluster e applicazioni con k8s.

Consolidate le basi attravero il corso base, è stato iniziato un altro corso propedeutico alla certificazione CKAD.

A ogni incontro di gilda è stato deciso di tenere aggiornato un diario di bordo, o meglio un journal, per tenere traccia di quanto appreso a ogni lezione, le considerazioni emerse e quant’altro.

Come output è stato realizzato un articolo di approfondimento contenente il journal aggiornato di volta in volta con annotazioni tecniche e non solo.

Accessibilità e Service Design

La Gilda del team di Thanks Design è stata caratterizzata da due percorsi di analisi / approfondimento:

  • Accessibilità
  • Service Design

Il tema dell’Accessibilità è stato approfondito per prodotti e servizi digitali, con l’obiettivo di integrare nell’approccio progettuale del team questa importante area dal punto di vista pratico.

Per quanto concerne il Service Design lo studio è stato svolto per acquisire una visione globale sulla storia ed evoluzione di questo approccio alla progettazione e per condividere una conoscenza trasversale dei principali metodi e strumenti.

Apple Digest

Questa gilda si pone come obiettivo la realizzazione di stazioni di lavoro Linux che possano offrire una alternativa ai Mac.

I primi appuntamenti sono stati dedicati alla scelta dei sistemi operativi da utilizzare (Fedora e Ubuntu), alla decisione dei componenti da installare (Office, Teams, Visual Studio Code e altri) e al setup di alcune macchine per eseguire dei test. Nel prosieguo della gilda, oltre alle operazioni di ricerca, installazione e verifica di altri software utili allo scopo, è stato studiato Ansible, un software open source scritto in linguaggio Python utile per automatizzare le procedure di configurazione, provisioning e deploy di applicazioni per sistemi Windows e Unix.

L’output di questa prima iterazione della gilda è stata una demo su Ansible, precisamente sul contenuto di un playbook.

2021 2Quarter

L'arte della Fuga

L’obiettivo della gilda è stato quello di sperimentare il framework React Native tramite la realizzazione di un prototipo (MVP) potenzialmente rilasciabile.

Il case study è stato lo sviluppo dell’app mobile “The Art of Fugue”, ideata dal giovane pianista di fama internazionale Filippo Gorini insieme ai designer di Thanks Design e dedicata all’esplorazione de “L’Arte della Fuga”, ultima composizione incompiuta di J.S. Bach.
L’applicazione è una sintesi digitale del progetto “The Art of Fugue Explored”, a cui Filippo ha dedicato i suoi ultimi anni di studio ed esibizioni. Attraverso videointerviste, registrazioni, concerti e molti altri materiali, l’utente può vivere un viaggio multisensoriale all’interno dell’ultima opera del compositore tedesco, in un costante dialogo con la cultura contemporanea. 

I primi incontri della gilda sono stati dedicati allo studio di React Native grazie a una serie di corsi di PluralSight. Dopodiché si è passati allo sviluppo dell’MVP (compreso di back-end) a partire dai mockup realizzati dai ragazzi di Thanks.
L’output finale è stato il rilascio della prima versione dell’applicazione Android. 

Giochiamo da remoto

La gilda è nata con lo scopo di sviluppare la versione digitale di un gioco di gruppo da svolgere normalmente in presenza.

Partendo da una serie di giochi testati insieme (“Succeeding with feature team”, “POst-it Penny Game”, “Filo d’Arianna”, “Paper boat game”, “Mood marbles”) utilizzando la board collaborativa online Miro, è stato scelto di sviluppare il “Filo d’Arianna”.
A livello tecnologico sono stati utilizzati React e Redux per lo sviluppo della parte di frontend e FireBase per la gestione delle sessioni multiutente.

Come output la gilda ha realizzato una prima versione (a uso interno) del gioco “Filo d’Arianna”.

CEH 2

Questa gilda è il prosieguo della gilda CEH del quadrimestre precedente.
L’obiettivo è infatti analizzare e studiare gli argomenti della certificazione CEH non trattati nella gilda organizzata nel precedente quadrimestre e praticare alcune tecniche di hacking comuni.

Quali argomenti sono stati trattati? CSRF (Cross Site Request Forger) attack, WiFi attack, XSS (Cross Site Scripting) attack, Response Splitting attack, Buffer Overflow attack, SQL Injection attack, Steganografia, Crittografia e DOS.

Come output è stato organizzata una demo interna per simulare, utilizzando una rete WEP interna, un WiFi attack con password sniffing.

Libreria di componenti JS di Thanks Design

Questa gilda del team di designer di Thanks Design nasce dall’esigenza di definire e realizzare una libreria di componenti grafici (modali, slider, navigazioni ecc.) riutilizzabili nei progetti.

Come realizzare i componenti? Implementandoli programmando in JavaScript, in particolare il framework Vanilla JS, e gestendo il versionamento del codice con git.

I primi incontri della gilda sono stati dedicati allo studio di Vanilla, JS seguendo un corso online, per acquisire basi solide da cui partire per lo sviluppo. Successivamente si è passati al codice, individuando quali componenti sono maggiormente utilizzati e pensando come realizzarli tenendo conto l’usabilità e l’accessibilità.

Il risultato della gilda è una pagina web con i componenti sviluppati.

Reactiva 2

L’obiettivo della gilda Reactiva2 è di consolidare le conoscenze su React acquisite durante la gilda Reactiva tenuta nel terzo quadrimestre del 2020. Spiegando meglio, si vuole fare quel salto di qualità tale da poter gestire progetti complessi con una certa confidenza, evitando gli errori più comuni e quelle soluzioni che apparentemente sembrano comode ma che poi portano ad avere un sistema incomprensibile e ingestibile.

I primi incontri sono stati dedicati alla partecipazione di un corso ad-hoc organizzato e tenuto da Fabio Biondi, per acquisire nozioni su React con Typescript, come gestire un progetto a componenti, il routing e gestione delle autorizzazioni di accesso in React e il Redux toolkit.
A questo sono susseguiti incontri di approfondimento e pratica sviluppando alcuni componenti grafici utili per un’altra gilda, precisamente la gilda I3Portal proseguita, come questa, nel secondo quadrimestre 2021.

i3Portal

Questa gilda prosegue il lavoro di sviluppo di i3Portal, un portale Web a uso interno per rendere più snella l’attività di rendicontazione della nota spese.

I linguaggi utilizzati sono React e Python, oltre che Django REST Framework, PostgreSQL per il backend e Gitlab CI/CD.

In questa iterazione sono stati raggiunti diversi risultati.

  • Predisposti due ambienti distinti per la produzione e lo sviluppo, che vengono automaticamente aggiornati tramite pipeline.
  • Integrato Django il REST Framework al progetto esistente che ha permesso di esporre le API della applicazione in modo da poter disaccoppiare frontend e backend.
  • Utilizzato REST framework anche per l’implementazione dell’interfaccia Swagger.
  • Implementato il nuovo frontend in React.
  • Integrato il sistema di autenticazione di i3Portal con OAuth 2 e LDAP aziendale.

UX / Scrum /Sketch

Questa gilda nasce dall’esigenza di soddisfare un triplice obiettivo:

  • capire il ruolo del UX design all’interno di progetti Scrum attraverso formazione di due ore settimanali sulle tematiche UX/Scrum;
  • imparare un nuovo Software per la progettazione di UI con un percorso di autoformazione seguendo corsi online su Sketch, un software molto intuitivo e semplice che rappresenta una valida alternativa ad Adobe XD;
  • approfondire concetti di usabilità e grafica leggendo alcuni testi di riferimento quali “Designing with the mind in mind” e “Il canone Vignelli”.
2021 1Quarter

Usa la forza

Obiettivo della gilda ha riguardato lo studio di Unity, un motore grafico multipiattaforma che consente lo sviluppo di videogiochi e altri contenuti interattivi, e la sperimentazione del NextMind Dev Kit. Il kit comprende un dispositivo indossabile brain-sensing che, grazie a un’interfaccia cervello-computer non invasiva, traduce istantaneamente i segnali cerebrali dalla corteccia visiva dell’utente in comandi digitali per qualsiasi dispositivo.

L’output di questa gilda è stata una presentazione del lavoro svolto, una sessione di live-coding in Unity e una demo di un’avventura grafica 3D per macOS e Windows realizzata dai partecipanti della gilda.

Mob Programming

Una gilda dedicata all’approfondimento della pratica del Mob Programming, una evoluzione del Pair Programming in cui i tutti i membri del team collaborano sulla stessa attività usando un solo computer.

I partecipanti della gilda hanno innanzitutto partecipato a un workshop tenuto da Woody Zuill – uno dei pionieri del Mob Programming- e nei mesi successivi hanno sperimentato questa modalità di lavoro nei rispettivi team.

Come risultato è stato realizzato un articolo di approfondimento sul Mob Programming spiegando nel dettaglio i ruoli e le dinamiche di questa pratica, fornendo anche delle interessanti riflessioni figlie dell’esperienza.

i3Portal

Questa gilda è nata con lo scopo di rendere più snella l’attuale modalità di rendicontazione nota spese, che prevede la compilazione di diversi fogli Excel.
L’idea è realizzare un portale web, basato sul framework Django per il back-end e React per il front-end, a uso interno.

L’obiettivo è stato presentare un MVP dell’applicazione contenente alcune funzionalità: la navigazione del portale, la localizzazione, la compilazione del foglio delle percorrenze chilometriche.
La gilda prosegue nella prossima iterazione per completare l’implementazione del portale.

CEH

Una gilda dedicata allo studio della sicurezza informatica.
L’acronimo CEH sta per Certified Ethical Hacker, la certificazione che si può prendere a fine corso che prevede lo studio del libro “CEH Certified Ethical Hacker”.

Data la vastità degli argomenti trattata nel libro, il team si è organizzato con sessioni di studio individuali ed esercitazioni di gruppo quali: l’invio di email con mittente fittizio, ottenere tutti i dati possibili su un sito/dominio o simulare un password attack su sistemi Windows e Ubuntu. Nel corso degli incontri sono stati utilizzati diversi strumenti (Raspberry PI, un modem-router) e sperimentate diverse tecnologie. Questo sforzo ha permesso al team di coprire i primi cinque capitoli del libro.

Come risultato di questo primo episodio della gilda (è prevista una seconda iterazione) è stato organizzato un workshop interno per dimostrare come si può crackare una password in Windows.

Jay-Off

Il nome della gilda altro non è che una fusione di due parole: JavaScript e payoff.

Durante questa iterazione il gruppo si è concentrato sul secondo macro obiettivo dei due pensati inizialmente (lo studio su JavaScript verrà svolto nel secondo quadrimestre), un lavoro iniziato nel 2019 durante un workshop sul payoff. Da tre cartelloni ricchi di parole ed espressioni utili a definire ognuno dei tre pillar del motto, la gilda ha svolto un lavoro di analisi sulle nove keyword risultanti per capire quali possano essere i touchpoint digitali (e fisici) adatti a raccontare il nostro motto.
Per i tre touchpoint (handbook, carte e poster) il team ha svolto un lavoro di ricerca stilistica e definizione dei contenuti, e preparato una prima versione da mostrare come output. Un lavoro destinato a continuare, magari con un’altra gilda.

Scrum

Questa gilda è nata in corsa con lo scopo di introdurre i nuovi arrivati al mondo delle metodologie Agili e Scrum.

Durante gli incontri sono state trattate le seguenti tematiche: Scrum, retrospettive, planning refinement, review, XP e Kanban. E’ stata organizzata una meta-retrospettiva e infine una sessione per produrre un articolo di approfondimento, che racconta i primi mesi d’esperienza lavorativa in un’azienda che applica principi agili.

2020 3Quarter

Reactiva

Lo scopo di questa gilda è di irrobustire la conoscenza di React, sia per esigenze di progetto che per curiosità personale.
A tale scopo si avvale della esperienza e della conoscenza di programmatori esperti di Intré, favorendo così il trasferimento e la diffusione delle esperienze tra i membri dell’azienda e si avvale inoltre di corsi sia online che con tutor in presenza per una didattica più strutturata.
Oltre a una base teorica, punta molto su esercitazioni e prove “hands-on” per mettere in pratica quanto appreso, per verificare l’effettiva comprensione, ma soprattutto per rendere l’apprendimento più coinvolgente e partecipato.

Gilda Adoratori del Pythone – il ritorno

Questa gilda è la prosecuzione naturale della gilda Pythoff (introduzione a Python); in questa nuova iterazione il focus è stato dato allo sviluppo web, in particolare al framework Django considerato il più completo, stabile e con una lunga storia di sviluppo disponibile per Python.
Altro punto a favore ha riguardato l’attività di coaching (Raffaele Colace, 20tab S.r.l.), possibile proprio grazie alla scelta di Django.
La gilda si è strutturata in due fasi:

  • studio individuale del tutorial presente sul sito di Django in modo tale da avere un minimo di familiarità con lo strumento;
  • implementazione insieme di una semplice applicazione, completa di pipeline di CI/CD e integrata con LDAP aziendale, che consentisse di rendicontare i rimborsi chilometrici.

La scelta di questo tipo di applicazione è stata presa nell’ottica di sviluppare qualcosa di realistico che comprendesse tutti i principali aspetti dello sviluppo web e che, una volta raffinata e ottimizzata, potesse (plausibilmente) rimanere come strumento aziendale.

Analytics e rudimenti di Javascript

La gilda è nata con lo scopo di cercare migliorare le conoscenze in merito all’analisi e miglioramento della UX per i siti. Per questo possiamo definire due obiettivi:

  • acquisizione di un nuovo strumento per la comprensione e l’analisi dell’esperienza utente su un sito Web;
  • ottenimento delle conoscenze necessarie al monitoraggio e al miglioramento dei siti aziendali.

Per la parte di analitici, gran parte del tempo è stato dedicato a due corsi da remoto:

  • per la parte di analitici, tramite Digital Pills sono state apprese una serie di competenze tecniche legate all’utilizzo dei principali strumenti della suite di Google: Google Tag Manager, Google Data Studio, Google Analytics;
  • grazie a GialloCobalto ci siamo confrontati con la metodologia di lavoro di un altro studio di User Experience, specializzato in questo ambito.

Per quanto riguarda la parte JavaScript invece l’obiettivo è l’acquisizione della conoscenza delle basi di programmazione legate allo sviluppo web con focus sul suo utilizzo per la prototipazione rapida di UI e per l’animazione di siti Web. Per questo abbiamo seguito un corso online su Skillshare.

Realtà aumentata in Kotlin

Scopo della gilda è apprendere le basi sia del linguaggio Kotlin e addentrarsi nel mondo dell’AR, realtà aumentata.

Inizialmente è stata fatta un’analisi per capire che cosa Kotlin può offrire in più rispetto ad altri linguaggi come Java, poi grazie alla consulenza di un coach esperto in applicazioni Android è stata implementata una semplice app.

Anche per la parte di AR si voleva fare affidamento a un coach, ma per cause di forza maggiore non ce n’è stata la possibilità.
Dopo vari tentativi con Google ARCore, Si è convenuto che i tool più adeguati per sviluppare AR sono, ad esempio, Unreal Engine e Unity.

Gli output sono i seguenti:

  • il repo contenente il codice dell’applicazione Android;
  • le registrazioni del corso interno di Kotlin e del corso con il coach esterno.

Sapientina 2.0

L’obiettivo della gilda era di continuare lo sviluppo del sistema realizzato dalla precedente gilda Sapientina.
In particolare, i principali miglioramenti apportati al prototipo con la nuova release consentono di:

  • registrarsi al sistema con un indirizzo email che deve essere verificato dall’utente;
  • resettare la password in caso di smarrimento;
  • gestire il proprio profilo utente cambiando username, password, e avatar (immagine di profilo);
  • risolvere il problema senza vincolo di linguaggio (in Java, JavaScript, o Python);
  • dopo aver risolto un problema, è possibile vedere le soluzioni degli altri;
  • configurare i template per la risoluzione nei vari linguaggi in modo più semplice, astraendo la gestione dell’input e output;
  • visualizzare dei badge per “premiare” la risoluzione dei problemi, in base a linguaggio, quantità e difficoltà;
  • confrontare la propria carriera di risolutore con quella degli altri attraverso la pagina “hall of fame”.

Tecnologie coinvolte: Angular per il front-end, Parse Server e MongoDB per il back-end, e Jobe come motore per l’esecuzione del codice proposto come soluzione a un problema. Abbiamo anche configurato le pipeline di CI/CD in GitLab, il sistema gira in container Docker.

2020 2Quarter
Top
Ogni nostro Sprint ha l'obiettivo di massimizzare il Valore per l'utente finale